Risorse umane e Organizzazione

in

Come ampiamente commentato nell’ambito del paragrafo iniziale “Business Model di Terna”, a cui si rinvia, nel corso del primo semestre 2012 è stata definita la nuova articolazione del Gruppo Terna.

Nel corso della seconda parte del 2012 è stato avviato, con le segreterie sindacali nazionali, il confronto in merito al nuovo modello organizzativo delle Direzioni Operations di Terna Rete Italia S.p.A.

Il progetto prevede la creazione di tre nuove Direzioni territoriali, l’integrazione funzionale delle attività operative attualmente svolte nell’ambito delle “Linee” e delle “Stazioni” e la progressiva introduzione di figure multiskill, l’accentramento delle attività gestionali e di progettazione e realizzazione a livello di Direzioni territoriali, l’allocazione delle responsabilità del Dispacciamento territoriale a riporto delle Direzioni territoriali di competenza, la ridefinizione del perimetro di attività delle funzioni di ingegneria centrale e territoriale, nonché la razionalizzazione della distribuzione geografica delle sedi operative.

L’adozione del nuovo modello organizzativo consentirà di rafforzare il presidio territoriale delle attività di esercizio e manutenzione degli impianti e della gestione per processi operativi e aumenterà l’efficacia dell’integrazione tra le Aree Mantenimento e Dispacciamento a livello territoriale per ottimizzare la gestione della Rete. Permetterà, altresì, di introdurre ruoli polifunzionali che affianchino alle tradizionali competenze tecniche anche il profilo gestionale, oltre a creare opportunità di crescita e sviluppo professionale per le nuove figure multiskill in grado, tra l’altro, di assicurare reperibilità mista (linee/stazioni).