in

Quanto ai materiali, Terna non utilizza materie prime ma apparecchiature elettriche, conduttori e altri elementi che vengono combinati per essere funzionali al servizio di trasmissione. La tabella seguente fornisce una visione d’insieme dei principali materiali nelle forniture utilizzate da Terna. Il peso è calcolato a partire dalla quantità utilizzata, dal peso medio o tipico dei singoli elementi e dalla quota di materiali contenuti. In alcuni casi gli elementi sono composti da un unico materiale (ad esempio, gli isolatori sono composti al 100% da vetro o ceramica, la morsetteria da alluminio), in altri casi si è fatto ricorso a una stima del materiale prevalente (ad esempio, il rame conta per il 60% del peso di un trasformatore ATR). Al momento, non sono disponibili informazioni sull’utilizzo di materiale riciclato da parte dei fornitori dei materiali e delle apparecchiature utilizzate.

MATERIALI PREVALENTI NELLE FORNITURE - Tonnellate


2012 2011 2010
Porcellana 229 967 663
Polimerico 131 322 350
Rame 3.861 2.569 3.853
Alluminio 4.069 9.588 4.927
Acciaio 6.163 23.875 17.114
Vetro 863 2.078 1.573
Olio dielettrico 61 974 1.413
SF6 50 54 23

I quantitativi esposti nella tabella evidenziano una riduzione complessiva dei materiali acquistati fatta eccezione per il rame. In particolare i quantitativi di olio dielettrico in costante riduzione risultano in linea con la tendenza che predilige l’installazione di apparecchiature in SF6 (si veda pagina 118). Il calo generalizzato del consumi di materiali è legato alla minore realizzazione di nuove linee nel corso del 2012. Una parte consistente delle forniture acquistate sono relative a collegamenti in cavo (in particolare collegamento Italia - Montenegro). L’analisi dei materiali prevalenti nei cavi è in fase di implementazione e pertanto non risulta ancora disponibile ai fini della costruzione della presente tabella. Nelle attività di ufficio il materiale di consumo principale è la carta.

CONSUMO DI CARTA - Tonnellate


2012 2011 2010
Carta FSC 52 70 83
 

Il consumo di carta si riferisce al quantitativo acquistato, non è quindi chiaramente identificabile un trend e le variazioni del triennio sono da riferirsi principalmente alla gestione delle scorte in alcune aree territoriali 2011..

Tutta la carta acquistata dalla fine del 2009 è carta ottenuta con una pasta TCF – cioè assolutamente senza cloro – e provvista di certificazione FSC (Forest Stewardship Council – www.fsc.org), che garantisce che le foreste da cui deriva la cellulosa siano gestite nel rispetto di criteri di sostenibilità sia sotto il profilo ambientale che dei diritti umani.

L’acqua non rientra nel ciclo produttivo della trasmissione e del dispacciamento dell’energia elettrica. Di norma l’acqua utilizzata – per usi igienici, di pulizia delle sedi e per gli impianti di rinfrescamento – proviene da allacciamenti ad acquedotti per usi civili. I consumi risultano in crescita nel triennio considerato, in linea con l’aumento del numero di stazioni gestite (+9%).

In particolare il dato del 2012, più elevato rispetto a quanto registrato negli anni precedenti, risente:

  • di una perdita molto consistente (pari a circa il 12% del totale dei consumi rappresentati in tabella) nella sede di un Gruppo Operativo Linee (GOL);
  • del miglioramento nella rilevazione dei dati che ha consentito di registrare i consumi esatti di un numero maggiore di stazioni rispetto agli anni precedenti. Ciò è stato possibile grazie al monitoraggio costante del sistema informativo MBI utilizzato nella gestione di linee e stazioni. Nel sistema vengono infatti registrate mensilmente le letture dei contatori delle oltre 460 stazioni di Terna diffuse capillarmente in tutto il territorio nazionale. 

CONSUMO D'ACQUA - Metri cubi


2012 2011 2010
Prelievo di acqua 219.311 176.525 184.979