Meccanismi incentivanti 2012

in

L’AEEG ha introdotto specifici schemi di premio/penalità volti a incentivare il miglioramento del servizio, sia in termini di affidabilità tecnica sia in termini economici. Implicito nei meccanismi d’incentivazione è che, a fronte del raggiungimento degli obiettivi, il beneficio per gli utenti del servizio abbia un valore multiplo dell’incentivo erogato a Terna. In particolare per il 2012 erano previsti meccanismi incentivanti:

  • per la qualità del servizio di trasmissione. L’AEEG ha definito (Delibera 197/11) un quadro d’incentivi e penalità, applicabili per il periodo 2012-2015, collegati all’indicatore ENSR (energia non fornita di riferimento) valutato facendo riferimento a tre diversi sotto-indicatori: ENSR-TERNA, ENSR-TELAT ed ENSR-ALTRI, riferiti a tre distinte porzioni della rete di trasmissione nazionale. Transitoriamente, per il periodo 2012-2015 sono associati effetti economici solamente ai primi due sottoindicatori e il premio/penalità viene calcolato moltiplicando un importo prestabilito per la differenza tra valore effettivo e valore obiettivo dell’indicatore, al netto di un intervallo di franchigia (+/-5% del valore target dell’indicatore). L’inclusione della porzione di rete acquisita nel 2009 da Enel (rete Telat) all’interno del meccanismo incentivante è stata accompagnata dall’applicazione di target diversificati, ma convergenti al 2015. Al momento, per il 2012 non è ancora disponibile la consuntivazione dell’indicatore – da cui dipende la valorizzazione dell’incentivo – da parte dell’AEEG;
  • per la riduzione dei volumi delle risorse approvvigionate sul Mercato dei Servizi di Dispacciamento (MSD). Il meccanismo, originariamente introdotto nel 2007 con durata quadriennale, è stato modificato con Delibera ARG/elt 213/09 ed esteso a tutto il 2012. Il meccanismo in vigore prevede un incentivo unitario differenziato per ciascun anno senza un cap al premio;
  • per l’accelerazione degli investimenti di sviluppo della RTN. Tale meccanismo, originariamente introdotto dalla Delibera ARG/elt 87/10 e modificato dalle Delibere ARG/elt 199/11 e 40/2013/R/eel, prevede un’extra incentivazione del 2% per i lavori in corso dei progetti di sviluppo a maggior valore aggiunto per il sistema elettrico (risoluzione di congestioni tra zone di mercato, aumento di capacità di trasporto con l’estero), subordinata al rispetto di una serie di milestone concordate con l’AEEG. A partire dal 2012 vige inoltre l’applicazione di un meccanismo di penalità in caso di ritardo nell’entrata in esercizio di interventi di sviluppo. La Delibera ARG/elt 199/11 prevede peraltro che l’adesione da parte di Terna al meccanismo di accelerazione degli investimenti (opzionale senza altre conseguenze fino al 2011) sia condizione necessaria per l’accesso all’extraremunerazione del 2% per gli investimenti di categoria I3. 

I premi conseguiti per il raggiungimento nel 2012 degli obiettivi stabiliti nell’ambito degli schemi di incentivazione sono compresi nel complesso dei ricavi regolati. Nel caso dell’incentivo sulla riduzione dei volumi di risorse approvvigionate sul MSD Terna, a fronte del risultato conseguito nel 2012 e in considerazione della durata triennale del meccanismo di incentivazione e delle sue caratteristiche, ha rilevato nel Bilancio 2012 ricavi per 23 milioni di euro (per complessivi 165 milioni nel triennio 2010-2012, quale adeguamento del relativo fair value tenuto conto dei rischi connessi alla determinazione di target e performance 2012, nonché alle possibili correzioni ai volumi contabilizzati per l’anno 2012.

 

MECCANISMI DI INCENTIVAZIONE ATTIVI NEL 2012
Obiettivo Delibera AEEG Periodo di validità Risultato 2012
Qualità del servizio di trasmissione Delibera 197/11 2012-2015 In corso di definizione AEEG
Riduzione volumi risorse approvvigionate sul MSD Delibera 213/09 2010-2012 Premio 1 milione di euro
Accelerazione degli investimenti di sviluppo della RTN Delibera 199/11 2012-2015 Premio 14 milioni di euro