I risultati complessivi del gruppo

Il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2012 chiude con un utile netto di 464 milioni di euro, interamente di competenza del Gruppo e riferito alle attività continuative.

pag30-1.jpg

I ricavi ammontano a circa 1.806 milioni di euro, di cui 1.532 milioni riferibili al corrispettivo di trasmissione, e rilevano un incremento di 170 milioni di euro (+10,4%) rispetto al 2011. In particolare, il corrispettivo di trasmissione si riferisce alla Capogruppo per circa 1.344 milioni di euro e alla controllata Terna Rete Italia S.r.l. per circa 188 milioni di euro. 

pag30-2.jpg

I costi operativi ammontano a circa 416 milioni di euro, di cui 197 milioni relativi al personale e 139 milioni a servizi. L’EBITDA (Margine Operativo Lordo) si attesta a 1.390 milioni di euro, con un incremento di 160 milioni (+13%) rispetto ai 1.230 milioni di euro del 2011.

L’EBITDA margin passa dal 75,2% del 2011 al 77% dell’esercizio 2012.   

EBITDA MARGIN

pag31.jpg  

L’EBIT (Risultato Operativo) si attesta a circa 969 milioni di euro, dopo aver scontato ammortamenti per 421 milioni di euro, di cui 371 milioni di euro della Capogruppo e 49 milioni di euro della controllata Terna Rete Italia S.r.l.

La gestione finanziaria dell’esercizio, con un saldo negativo pari a 93 milioni di euro principalmente attribuibili alla Capogruppo per 90 milioni di euro, registra un decremento pari a 28 milioni di euro (-23,1%), riconducibile prevalentemente alla riduzione dei tassi di interesse che hanno più che compensato gli oneri relativi al maggior indebitamento netto rispetto al 2011.

Le imposte sul reddito a carico dell’esercizio sono pari a 412 milioni di euro, in crescita rispetto all’esercizio precedente di 24 milioni di euro (+6,2%), sostanzialmente per effetto dell’incremento del risultato dell’esercizio.

Di conseguenza l’utile netto dell’esercizio delle attività continuative si attesta a 464 milioni di euro, in crescita di 137 milioni di euro rispetto all’utile netto dell’esercizio delle attività continuative 2011 (+41,9%) e si incrementa di 24 milioni di euro (+5,5%) anche rispetto all’utile netto dell’esercizio precedente, che include 113 milioni di euro di utile netto derivante dalle attività operative cessate e destinate alla vendita, riferibile alle operazioni straordinarie nel settore fotovoltaico e al rilascio della garanzia connessa alla cessione delle controllate brasiliane.

Il capitale investito netto pari a 8.649 milioni di euro è coperto dal patrimonio netto per 2.794 milioni di euro e dall’indebitamento finanziario netto per 5.855 milioni di euro.    

pag31-2.jpg

Il rapporto debt/equity si attesta a 2,10. 

Gli investimenti complessivi effettuati dal Gruppo nel 2012 sono pari a 1.235 milioni di euro (di cui 28 milioni in attività non tradizionali), in crescita dello 0,5% rispetto ai 1.229 milioni del 2011.